Selvatica. Natura in festival

Selvatica. Natura in festival

La natura mescola in sé scienza e mistero, le declinazioni che le appartengono sono molteplici: spettacolo da ammirare, fenomeno da studiare, patrimonio da difendere, risorsa per l’uomo o suo limite. In ogni caso lei, protagonista indiscussa di questo Festival, si rivela l’artista più creativa e talentuosa, fonte d’ispirazione e soggetto di tante opere d’arte.
Questo evento vuole celebrarla in tutta la sua meraviglia attraverso l’interpretazione di diverse espressioni d’arte visiva: fotografia, pittura e cinema.
Non solo, il programma comprende un fitto calendario di laboratori didattici perché il festival non vuole essere solo una vetrina, ma vuole lasciare un segno ai suoi visitatori, soprattutto ai più giovani.

LE MOSTRE

Wildlife. La natura selvaggia nelle sculture di Michele Vitaloni e nelle fotografie di Federico Veronesi
Con la sua scultura iperrealista e profondamente suggestiva, Michele Vitaloni ricostruisce uno scorcio di natura selvaggia. Sculture a figura intera e in proporzioni reali, che si rivelano a tu per tu verissime e stranianti, accompagnate da due cornici antiche nelle quali l’artista ha ricreato due collezioni di uova di uccelli rari.
In dialogo con le sculture di Vitaloni, una selezione di scatti di natura selvaggia firmati da Federico Veronesi che in questo incontro espone le immagini in bianco e nero tratte dal volume Luce e polvere, risultato di dodici anni di incontri emozionanti con i più affascinanti mammiferi africani, negli scenari incantevoli delle savane e deserti dell’Africa Orientale.
La mostra è allestita nelle sale espositive al piano terreno.

Enrico Gaudino. Il musicista della natura
Poco conosciuti, gli acquerelli di Enrico Gaudino raccontano la storia di un dono a lui fatto dal figlio Luca: un set di pennelli di manifattura orientale acquistato in occasione di un’esposizione alla Rinascente di Milano, sul finire degli anni ’60. La curiosità sperimentatrice, propria di ogni artista ogni qualvolta si trovi tra le mani un nuovo mezzo di espressione, porta Gaudino a realizzare questa inedita serie, il cui soggetto privilegiato è, ancora una volta, il mondo animale.
La mostra è allestita nelle sale espositive al primo piano.

I LABORATORI DIDATTICI
Non fossilizziamoci. Il mare biellese di 2 milioni di anni fa
a cura di Chiara Rossi e Giuliana Morena 

Un laboratorio artistico e un percorso paleontologico. Attraverso colori e fossili scopriremo un nuovo mondo e diventeremo per un giorno “paleoartisti”.
Il laboratorio viene proposto alle ore 16 nelle seguenti giornate:
sabato 18 giugno 2016, per bambini da 5 a 8 anni
sabato 2 luglio 2016, per bambini da 9 a 12 anni

La prenotazione è obbligatoria, entro le ore 18 del venerdì, allo 015 2529345 oppure al 329 9029036

Orari
da Mercoledì a Venerdì 10.00-12.30/15.00-18.30
Sabato e Domenica 15.00-18.30
Giovedì 2 giugno 15.00-18.30

Le mostre, visitabili fino al prossimo 3 luglio 2016, sono ad ingresso libero

Scarica il programma della rassegna(PDF)